Una domenica a passeggio per Roma

di Mariavittoria Ponzanelli

L'itinerario "100 Vetrine" è adatto a tutte le persone che amano camminare a piedi e fare shopping osservando i mille volti di Roma! Si parte dal Rione Esquilino, emblema dello shopping multietnico, seguendo in via Nazionale, Rione Castro Pretorio, fino a raggiungere il Rione Trevi immersi tra le vetrine di Via del Corso e Via dei Condotti.

Zona di Roma: Rione Esquilino, Castro Pretorio, Rione Trevi, Rione Colonna. Partenza da Via Principe Amedeo, 182/B sede distaccata dell'Università La Sapienza, Studi orientali.

Tipologia di percorso: Shopping e Cultura 

Difficoltà del percorso: Facile 

Tempo di percorrenza: 4 ore

Lunghezza: 8 km

Come raggiungere da Stazione Termini: Uscita Treni Laziali, camminare per via Mamiani, girare in via Principe Amedeo. Oppure prendere la Metro A, uscita Piazza Vittorio Emanuele direzione via Mamiani

Orario consigliato: Domenica pomeriggio


Siete annoiati e non sapete cosa fare? Una bella camminata a piedi nel centro di Roma, osservando le vetrine e facendo shopping è quello che fa per voi! Il percorso “100 Vetrine” è l'occasione per trasformare una domenica pomeriggio immersi nello shopping, in una “esplorazione” tra epoche e stili differenti. Il giorno migliore per questo itinerario è la domenica pomeriggio, nel tepore dell'autunno che non vuole ancore abbandonare l'estate.

 

Si parte da via Principe Amedeo 184, sede dell'ex Caserma Sani, un'area militare che all'inizio del terzo millennio (2002) è stata riadibita a Sede Universitaria e Attività Commerciale. Si procede per via Principe Amedeo fino a raggiungere il Teatro dell'Opera di Roma, in piazza Beniamino Gigli. Si prosegue in via Nazionale e Piazza Venezia, fino a Via del Corso.

Passeggiare con la testa al cielo
Roma dai mille volti

Deviando da Via del Corso in Via dell'Ara Pacis, lo sguardo viene rapito dall'accostamento di due periodi storici e due stili architettonici molto lontani fra loro: al centro della piazza si distacca il Mausoleo di Augusto, costruito dall'imperatore nel 27 a.C. e tutto intorno sorgono costruzioni dell'epoca fascista. I progetti per lo sventramento del centro storico di Roma incominciano a metà degli anni venti del Novecento. L'attuale sistemazione di piazza Augusto, fu fatta fare da Mussolini e risale agli anni quaranta. Rossellini, nel film intitolato Dov'è la libertà? (film drammatico interpretato da Totò) evidenzia con sottile ironia l'accostamento di queste due epoche.

Sotto i monumentali portici di Piazza Augusto Imperatore (la cui progettazione porta la firma di Vittorio Ballio Morpurgo), ogni prima, terza e quinta domenica del mese (escluso agosto) viene allestito un suggestivo mercatino di antiquariato: La soffitta sotto i portici


Girando intorno al Mausoleo di Augusto, visibile solo attraverso le grate della recinzione, si erige il Museo dell'Ara Pacis. Vale sicuramente la pena arrampicarsi fino all'entrata per avere un coup d'oeil metafisico dell'area circostante, e se avete tempo non mancate di visitare il Museo.

 

E dopo aver ammirato due dei monumenti più antichi di Roma, non possono mancare quattro passi in Via del Corso, una delle vie dello shopping più frequentate della Capitale. Proseguendo il Corso, alla vostra sinistra arrivate in Piazza del Popolo, dove sarete avvolti da uno scenario unico nel suo genere! Siete alle pendici del Colle Pincio: al centro della piazza si staglia l'obelisco Flaminio, è impossibile non cedere alla tentazione di avvicinarsi alla fontana dalla cui postazione si ammira il tridente: le tre strade che vi confluiscono.

 


Visualizza Itinerario "100 Vetrine" - Roma a piedi in una mappa di dimensioni maggiori

Ti è piaciuto l'itinerario? Condividilo con i tuoi amici!